Presentazione di Irina Petrovna

Irina Petrovna in Soulharmony Gallery

Irina Petrovna

di Pasquale Di Matteo

Irina Petrovna è lo pseudonimo di Katia Gulmini, artista autodidatta piemontese, in cui passioni e tormenti alimentano un carattere forte e risoluto, ma anche la grande sensibilità artistica con la quale la pittrice racconta sulle tele se stessa e il mondo in cui vive.

Katia è romantica e timida, mentre Irina austera e risoluta, due donne in una sola anima.

La Petrovna è ancora alla ricerca di un proprio tema che la identifichi, che le permetta di esprimere al meglio tutto il bagaglio di esperienze, le emozioni e le sensazioni viscerali che chiedono di emergere in superficie.

La sua pittura si caratterizza per le pennellate fluide e i colori romantici, che danno vita a scene offuscate, immagini senza tempo che proiettano verso mondi onirici, persino fiabeschi.

Il romanticismo si interseca con l’energia e la voglia di vivere, tra innamorati che osservano un mare in tempesta, donne inebriate da un mazzo di fiori e lune gigantesche che illuminano la notte con una luce carica di speranza.

Poesia, amore e gioia di vivere si fanno figure, raggi di sole, note danzanti, in un trionfo del blu, colore che più di ogni altro sembra prevalere nell’arte della pittrice piemontese, a testimonianza di come si tratti di una donna per cui l’anima e i sentimenti prevalgono su ogni altro aspetto della vita.

Tuttavia, non mancano l’energia e il calore di colori più vivaci, come il giallo, il rosso e il bianco, con cui l’artista declina le sue emozioni più spontanee e vere, raccontando il desiderio d’amore e di cambiamento con impetuosa energia.

Nei suoi sprazzi di cieli e nuvole bianchi, nella spuma del mare in tempesta, o nei raggi accecanti del sole, si legge la speranza in un’evoluzione della propria vita, fatta di cambiamenti positivi.

L’arte di Irina Petrovna è un espressionismo onirico che racconta la sua storia e la sua personale visione del mondo, attraverso l’uso dei colori a olio con cui la pittrice parla di se stessa, declinando sulle tele ogni vicissitudine, ogni tensione, ogni emozione, in quello che non è un semplice passatempo, ma un bisogno viscerale che esplode prepotente, in un desiderio di raccontare, ma soprattutto di vivere, come se una sola vita non le bastasse.

Nelle opere della Petrovna si ritrovano spesso bambini, laddove il gioco è simbolo della laboriosità, della gioia di vivere, dell’essenza stessa della vita, rappresentata dall’artista come la metafora di un calcio dato alle vicissitudini del tempo in cui viviamo, non proprio positivo per tutti.

Nei suoi tormenti, Irina Petrovna affronta i momenti negativi della vita esorcizzandoli, perché sempre animata dalla speranza e da uno spirito positivo.

Irina Petrovna è molto attiva in Mostre Collettive e partecipazioni a concorsi pittorici.

Breve Curriculum artistico di Irina Petrovna

Katia Gulmini, in arte Irina Petrovna, è nata a Torino il 23/06/1973.

Espone in permanenza presso la Galleria Albatros di Parma;

è socia di “Orizzonti contemporanei”.

 Espone in permanenza presso la Soulharmony Gallery.

Ha vinto il premio critico all’ottava edizione del Premio Leonardo, concorso nazionale di pittura a Savigliano, provincia di Cuneo;

ha vinto il primo premio – mostra collettiva alla nona edizione del Premio Leonardo, concorso nazionale di pittura a Savigliano, provincia di Cuneo;

ha partecipato alla Biennale del Concorso Artistico nel Castello di Morozzo, in provincia di Cuneo, con il Critico d’Arte Giorgio Barbaris;

ha partecipato al primo concorso artistico nel paese di Faule, in provincia di Cuneo;

ha partecipato alla rassegna informale a Borgo San Dalmazzo, provincia di Cuneo;

ha partecipato al Premio Anna Frank, presso Galleria Albatros Parma; ottenendo la critica della sua opera, MIA, curata dal Critico d’Arte Pasquale Di Matteo;

vincitrice del premio encomio alla rassegna artistica internazionale Vette d’Arte2019, a Sestriere, provincia di Torino, al cui Comune, la pittrice ha voluto donare l’opera;

partecipazione alla rassegna artistica internazionale Art Games (comics)2019 a Torino;

prossimamente parteciperà a:

decima edizione del Premio Leonardo, concorso nazionale di pittura a Savigliano, provincia di Cuneo, con la galleria d’arte Senesi Piero;

seconda Biennale presso Villa Paolotti, a Gattinara, con il Critico d’Arte Enzo Nasillo;

partecipazione alla Fiera Mercato di Arezzo, in villa Centoia, con Galleria Albatros di Parma;

concorso pittorico Aria di Primavera con Soulharmony Gallery;

recensione dal critico d’arte Pasquale di Matteo, visibile sul web Facebook, Istagram e sul canale Youtube.