Presentazione di Lisa Burelli

BURELLI LISA ARTISTA

di Pasquale Di Matteo

Lisa Burelli nasce a Udine, nel 1981.

Laureata in Infermieristica, approda al mondo dell’arte fin dalla tenera età, trascinata da una passione viscerale che la costringe a studiare da autodidatta diverse tecniche pittoriche e a sperimentare l’associazione di diversi strumenti e materiali, in una ricerca costante.

Pietre, legno, polveri e colori danno forma a grovigli cromatici che non nascono esclusivamente da una forza inconscia e catartica, ma sono spesso il frutto di attente riflessioni, incanalate dalle regole del Feng Shui e della Cromoterapia, dalle cui teorie l’artista si lascia guidare, come seguisse una mappa durante un percorso.

In Lisa Burelli, il colore abbandona il mero gusto estetico, il protagonismo pittorico e il vezzo dell’artista, perché diventa vera e propria medicina dell’anima.

Infatti, l’artista ha la capacità di creare opere che non sono soltanto gradevoli alla vista, né ambiscono esclusivamente a essere collocate a una parete come elegante orpello d’arredo, ma si spingono a diventare un metodo curativo costante, giornaliero, una terapia della cromia

di cui godere ogni giorno.

E i grovigli cromatici di Lisa Burelli vedono il trionfo del rosso e dei colori che si riconducono alla terra, in miscele in cui regna una grande armonia, capace di provocare benessere in chi osserva.

Nelle sue creazioni, la Burelli elabora mondi onirici, in cui lo spazio diventa un luogo in cui rilassarsi, attingendo dal colore a piene mani, per godere di ogni attimo, di ogni pennellata, di ogni groviglio, come una pozione magica da assumere un po’ per volta, in modo da trarne un grande beneficio.

Nella sua arte, si notano sia la forte spinta alla sperimentazione, sia l’amore per i grandi maestri del passato, soprattutto per la musicalità del colore di Kandinsky, di cui la Burelli sembra amarne lo stile.

La continua voglia di sperimentare ha condotto l’artista a inserire nelle sue ultime collezioni il concept dell’Arte Informatizzata, in cui vi è una costante ricerca dell’equilibrio.

Le sue opere sono il trionfo di grovigli di colore che si intersecano l’un l’altro, in una chiara identificazione dell’artista con l’amore e il bisogno di amare, di essere amati, ulteriore testimonianza della sua attenzione per la vita, che nel rosso trova le sue declinazioni più importanti e genuine.

Lisa Burelli ha esposto in contesti esclusivi, sia in Italia, che all’estero, e molte sue opere sono state collocate in contesti di pregio nelle più suggestive località artistiche del mondo.