Presentazione di Raluca Misca

Raluca Misca Pasquale Di Matteo Critico d'Arte

di Pasquale Di Matteo, Critico d’Arte.

Raluca Misca è nata il 9 dicembre 1980 a Cluj-Napoca, città situata nel cuore della Transilvania.

Ha studiato all’Università di Arti Visive e Design di Cluj, dove si è laureata.

Trasferitasi in Italia, oggi vive in Campania, con il compagno di vita e il suo bimbo.

La sua elevata maestria tecnica esalta le sue opere, cariche di messaggi reconditi, dove i suoi colori e le sue figurazioni realistiche sono ricche di suggestioni e rimandano a mondi onirici che sembrano strizzare l’occhio ai grandi maestri della figurazione fumettistica, come Royo e Valleyo.

La Misca utilizza sovente il blu, in molte sue declinazioni, trasformando le sue opere in sedute meditative in cui ritrovare la pace interiore, ricollegandosi al proprio inconscio sottaciuto e troppe volte inascoltato, nella società contemporanea, in cui gli stereotipi sono troppo spesso vincoli con i quali chiudersi in gabbia.

Le donne di Raluca Misca hanno sguardi sognanti e sono spesso rappresentate con cromatismi che le legano all’ambiente in cui sono collocate, ora con una camicia dalla fantasia simile alle tende sullo sfondo, altre volte con particolari che richiamano lo sfondo, come se l’artista volesse affermare le sue protagoniste a icone, trasformandole in dee capaci di ricostruire lo spazio circostante, ridisegnando e riscrivendo il presente, per migliorarlo.

Nell’Arte di Raluca Misca, il gesto non è soltanto un dettaglio elegante, ma un elemento in grado di raccontare amore, passione  e sensazioni che l’artista declina sulle tele con impareggiabile maestria, sia figurativa, sia tecnica, con un’espressività capace di spiegare la sua personalità, che racchiude un’anima nobile, al limite con la fragilità, ma che non disdegna affatto la propria femminilità, che, anzi, vuole affermare con forza.

L’artista Rumena affronta spesso anche il dubbio, ponendosi domande attraverso protagonisti che sulle tele definisce con maniacale dovizia di particolari, prima di porli dietro a colori indefiniti che danno vita a volti e a fattezze umane indistinte, come maschere che trovano spazio solo nei pensieri di chi non sa quale indossare, giorno per giorno.

Il suo uso del colore, sempre raffinato ed elegante, dà forma a cromie gradevoli che esaltano le figure protagoniste delle sue opere, con sfondi e orizzonti che seguono un gesto, arricchiscono lo spazio e disegnano paesaggi incantati che riposano lo sguardo e rasserenano i pensieri di chi osserva.

Nell’Arte di Raluca Misca c’è un forte senso poetico, che traspare in ogni tratto, in ogni tensione dei muscoli, colti in movimenti eleganti che contribuiscono  a caratterizzare la raffinatezza dello stile di quest’artista ancora giovane, ma che si può senza alcun dubbio definire Maestra d’Arte di alto livello, capace di contrasti e di cromatismi poetici che sono allegorie con le quali colora metafore e messaggi in codice per chi sa cogliere la grammatica del colore.

Raluca Misca è una delle espressioni più elevate di pittura che si possa riscontrare oggi tra i migliori protagonisti dell’Arte Contemporanea italiana.