Presentazione di Sabrina Ziani

Per raccontare l’arte di Sabrina Ziani bisogna abbandonare ogni schema legato all’immagine e alle mode, per calarsi nell’essenza dell’anima.

L’artista e la sua pittura, infatti, sono un unico organismo di cui le opere sono l’espressione dei tormenti, delle speranze, dei sogni, delle aspettative.

In Sabrina Ziani è forte il bisogno di ricondursi all’essenza primordiale dell’essere umano. Attenta alle forze della natura e alle sue regole, l’artista dimostra particolare attenzione alla spiritualità

Singolare è il fatto che l’artista dipinga spesso al buio, lasciando le mani libere di muoversi sui supporti animate solo dalle sensazioni del momento.

Ecco il perché di tanta rabbia, di tanta passione, di sentimenti all’interno delle sue opere. Sono tutte figlie di costrutti maturati dal vissuto dell’artista e rielaborati attraverso la sintassi dell’anima, senza la mediazione neppure del ragionamento.

Gli sfondi infuocati, talvolta sanguigni, e i colori vivaci contrastano nettamente con lo stile quasi rinascimentale di altre opere, in un feedback continuo tra sacro e profano con il quale si esprime la parte più recondita dell’anima dell’artista.

Le ali sono icona del viaggio, il motore di ogni rinascita, e manifestano il desiderio di cambiamento che l’artista esprime non certo ermeticamente, ma attraverso l’uso di colori vivaci, di una tridimensionalità che è spesso presente nelle sue opere, a vantaggio dell’estroflessione di sé.

Sabrina Ziani alimenta anche la sua mentalità aperta al cambiamento attraverso un uso del bianco che ripropone in molte opere, a testimonianza di un animo nobile e speranzoso, con lo sguardo sempre focalizzato sul domani e le spalle date al passato.

Sabrina Ziani è un’artista dalla forte personalità, ma che indossa con eleganza. Il suo messaggio e la sua espressione artistica sono quelli di una figura eterea dei mondi fantasy. Quelle a cui ci si rivolge per trovare pace ed equilibrio.